Sei alle prese con il trasloco? Sappiamo bene cosa vuole dire organizzare un trasferimento verso un’altra abitazione o addirittura verso un’altra città.

Se hai scelto il trasloco fai da te, sicuramente lo sai che ci sono molte incombenze da affrontare e anche se ci sono per fortuna meno spese da sopportare, l’organizzazione ti richiederà molto tempo anche se avrai amici e parenti che magari ti danno una mano.

Una delle cose più rilevanti da organizzare è quella dei pasti della famiglia nei giorni prima e dopo il trasferimento nella nuova casa.

Questo per una serie di motivi:

  1. La cucina è una delle prime a essere smontata, poiché poi nella casa nuova sarà il primo ambiente a essere rimontato, quindi non avrai per qualche giorno prima la comodità di casa tua;
  2. Probabilmente hai già messo via utensili, elettrodomestici, stoviglie… quindi non hai comodità a portata di mano;
  3. Le cose da fare sono tante quindi non c’è molto tempo per organizzare pasti ma al tempo stesso è necessario assicurare alla famiglia un pranzo e una cena equilibrati.

Cosa mangiare prima di affrontare una giornata di trasloco

Nei giorni immediatamente precedenti al trasloco, assicurati di avere a portata di mano delle stoviglie monouso. Ti saranno utili perché non hai a disposizione né la lavastoviglie né il tempo per lavare con cura i piatti.

Per evitare di produrre troppa plastica, in commercio ci sono stoviglie in materiale biodegradabile e plastic-free, così sarai anche green durante il trasloco. Qualche giorno prima del trasloco ti consigliamo di preparare qualcosa che puoi congelare e poi riscaldare al momento e cioè parmigiana di melanzane o zucchine o una lasagna.

Ovviamente stiamo parlando di pietanze congelate già cotte perché non hai la possibilità di usare il forno, mentre assicurati di avere un microonde a portata di mano per riscaldare tutto. Congelare è l’idea furba per avere tutto pronto senza rinunciare al gusto.

Ottime da congelare anche le polpette al sugo che piacciono a tutti e per la loro corposità possono essere considerate un vero e proprio piatto unico. Congelate in porzioni piccole e vaschette monouso.

Il giorno prima prepara anche dei succhi di frutta e verdura fresca o delle centrifughe e conservale in bottiglie termiche o di vetro. Il giorno prima puoi anche scaldare del riso o della pasta per un’insalata a base di verdure grigliate e di stagione.

Cosa mangiare durante il trasloco

Durante un trasloco fai da te la fatica si farà sentire. Il tuo organismo avrà bisogno di idratarsi soprattutto se fa caldo e se traslochi d’estate.

Oltre alle centrifughe e ai succhi che ti abbiamo suggerito di preparare il giorno prima, puoi anche preparare delle macedonie di frutta fresca per uno spuntino veloce ma anche ideale per fare il pieno di acqua, vitamine e sali minerali.

Evita spuntini che ti possano appesantire come prodotti di rosticceria e pasticceria.

Sì anche a yogurt e cereali. Da non sottovalutare come snack anche la frutta secca: una manciata di mandorle o di uva passa, ti farà fare il pieno di energia.

Per il pranzo potrai scongelare quello che ti abbiamo suggerito di preparare in anticipo oppure preparare dei panini fatti in casa con farciture light con pane integrale e a base di bresaola, verdure grigliate, prosciutto crudo sgrassato o tonno al naturale e pomodori.

Cosa mangiare dopo il trasloco (per recuperare le forze)

Finalmente il trasloco è avvenuto e non vedi l’ora di goderti la tua nuova casa.

Per recuperare le forze dopo giornate estenuanti tra pacchi da confezionare e mobili da smontare e rimontare, ti suggeriamo alcuni alimenti che possono aiutarti a recuperare le forze: le banane che sono ricche di magnesio e sali minerali, le uova il cui punto di forza è la quantità di vitamina B1 e la quinoa, senza glutine e altamente proteica.

Cibi da evitare

Nel periodo imminente il trasloco e durante il tour-de-force, evita pasti troppo pesanti, cibi da fast food. Evita formaggi, salumi grassi e fritti che sono calorici e rendono difficile la digestione. Da evitare anche pesci “grassi” come il tonno sott’olio e il salmone. Bandito anche il cioccolato e i dolci in genere.

 

Se questo articolo ti è piaciuto seguici su Facebook e Twitter per non perderti altre notizie e aggiornamenti!

Share This