I giocattoli sono i compagni fedeli dei nostri bambini e per questo motivo è fondamentale provvedere spesso alla loro pulizia e igienizzazione. Alcuni semplici gesti aiutano a prevenire la proliferazione di batteri e ad eliminare gli acari della polvere (principali responsabili di allergie infantili). Esistono diversi tipi di giocattoli (peluche, di plastica, con batteria) e ognuno di loro richiede uno specifico metodo di pulizia.

Pulizia per giocattoli in plastica


I giocattoli in plastica sono tantissimi: bambole, palloni, macchinine, soldatini, etc. Per pulire questo materiale è sufficiente utilizzare acqua calda e un buon disinfettante (o bicarbonato). Per quanto riguarda gli oggetti più piccoli, come ad esempio le macchinine, è possibile lavarli comodamente in lavastoviglie. Per quelli più grandi si consiglia l’uso di una bacinella e di un panno pulito.

Pulizia per giocattoli con batteria


Prima di procedere alla pulizia di questi giocattoli, è fondamentale ricordarsi di togliere le batterie. Inoltre, consigliamo di spolverare bene e di utilizzare una bomboletta di aria compressa (o un compressore) per i giocattoli dotati di tastiera. Una volta fatto, basterà anche in questo caso utilizzare acqua calda e disinfettante (o bicarbonato).

Pulizia dei pupazzi


Per la pulizia dei peluche, si consiglia di controllare sempre l’etichetta. Nel caso di lavaggio a secco, è possibile togliere le macchine con un vecchio spazzolino imbevuto di acqua e sapone neutro liquido. Se si desidera pulire completamente il peluche, un buon metodo consiste nell’inserire il pupazzo in un sacco, insieme ad un cucchiaio di bicarbonato, uno di sale e qualche goccia di olio di Melaleuca (famoso per le sue proprietà antibatteriche, anche noto come “tea tree oil”). Una volta fatto, scuotete il sacco energicamente e fatelo riposare per qualche ora. Alla fine della procedura basterà spazzolarlo per eliminare eventuali residui.

Se l’etichetta consente il lavaggio in acqua, consigliamo il lavaggio a mano per una quindicina di minuti con sapone neutro delicato. È molto importante non strizzare mai il peluche e farlo asciugare naturalmente lontano dal sole.

Pulizia dei giocattoli per neonati


Quando parliamo di giocattoli per neonati, ci riferiamo a quei giocattoli che finiscono sempre nella bocca dei bimbi. In questo caso la sterilizzazione e l’igienizzazione è fondamentale. La procedura più semplice è quella di far bollire dell’acqua in un recipiente e lasciare in ammollo i giocattoli per una decina di minuti.

I giocattoli che non possono essere messi nell’acqua bollente, possono essere puliti e disinfettati con acqua e aceto. Inoltre, è anche possibile utilizzare una soluzione di candeggina e acqua per rimuovere lo sporco. In questo caso si consiglia un cucchiaio di candeggina per litro di acqua. Ricordiamo che la candeggina, se diluita adeguatamente, risulta al 100% atossica

Pulizia… definitiva


I giocattoli, come tutte le cose, possono essere oggetto di una pulizia di tipo radicale e definitivo, di cui abbiamo parlato in questo articolo sul decluttering e in questo su Marie Kondo. Chiaramente non si tratta di gettare il peluche preferito o i giochi appena “dismessi”, però in caso di giocattoli rotti o comunque non più significativi da tempo, ci possiamo fare un pensiero…

Per concludere, i giocattoli, oltre ad essere i compagni di gioco dei nostri figli, sono strumenti importanti per la loro crescita e per il loro sviluppo sociale e cognitivo. Il nostro dovere è quello di tutelare la salute dei nostri bambini e di garantire loro la massima serenità attraverso semplici gesti quotidiani.

Ti è piaciuto questo articolo? L’hai trovato utile? Faccelo sapere con un commento qui sotto!

Share This